Durante i meravigliosi nove mesi di gravidanza il corpo della futura mamma viene sollecitato dall’incremento del peso, dalla crescita del pancione e dall’aumento della mobilità articolare (necessaria soprattutto a livello del bacino per adattarsi alla crescita del feto e del sacco amniotico) che causano una variazione importante della postura e del baricentro corporeo.

Spesso il corpo non riesce però a supportare a pieno questo cambiamento e per ciò va incontro allo sviluppo di dolori, il più frequentemente a livello dei glutei e della schiena.

Ben il 75% delle donne in gravidanza soffre di lombalgia dal quinto o sesto mese in poi, ma in certi casi può presentasi già dopo 8-12 settimane dal concepimento.

Per questo è fondamentale tenere a mente qualche piccolo suggerimento per evitare o migliorare il dolore alla schiena:

  • Mantenere una vita attiva durante la gravidanza (ovviamente se non vi fossero situazioni di rischio di aborto nel cui caso sarà fondamentale seguire attentamente le indicazioni mediche).
    Le attività più indicate sono il camminare, lo yoga, il pilates. Restare in movimento permette alla futura mamma di avere una postura corretta e mantenere i muscoli glutei e delle gambe tonici, così da sostenere al meglio la schiena e gli addominali e sollecitare meno i dischi vertebrali e le articolazioni. La neo mamma non è una “malata” quindi deve e può restare in movimento! Fare attività aiuta inoltre a migliorare la circolazione e a mantenere stabile e mobile il bacino aiutando la gravidanza, il post-parto e soprattutto il parto stesso;
  • Stare attente a non mantenere per molto tempo posizioni che richiedano un’attivazione prolungata della parete addominale e dei muscoli addominali stessi, come ad esempio stare in piedi ferme a lungo. Quando sostate in piedi o camminate cercate di porre attenzione a dove si trova il  vostro baricentro corporeo pensando a portare il peso sui talloni e non sulla parte anteriore dei piedi. Bilanciare il peso corporeo è una di quelle piccole azioni che prevengono di molto la sollecitazione della lombare e della parete addominale: sia la vostra schiena che il vostro bambino apprezzeranno molto questa attenzione!;
  • Se fosse necessario stare a lungo in pozione seduta scegliere una sedia a schienale alto, ben supportata, che permetta di appoggiare completamente i piedi a terra. Consiglio inoltre di cercare di interrompere ogni tanto la seduta alzandosi e camminando anche per poco. Questa semplice attenzione migliorerà la circolazione degli arti inferiori, mobilizzerà le articolazioni e ossigenerà la muscolatura;
  • Usare calzature comode che permettano di distribuire bene il peso corporeo e garantire un sostegno adeguato. Indossare scarpe con il tacco è sconsigliato poiché l’utilizzo di queste porta inevitabilmente il peso sull’avampiede;
  • Quando ci si gira ruotare con tutto il corpo e non solo con la schiena;
  • Non sollevare oggetti pesanti ed evitare movimenti bruschi;
  • Controllare l’aumento di peso (cercare di mantenere l’aumento entro i 10 kg);
  • Cercare di dormire sul fianco, possibilmente il sinistro, con una o entrambe le gambe flesse, magari con un cuscino di supporto tra le ginocchia o dietro la schiena;
  • Farsi seguire da un osteopata professionista nelle varie fasi della gravidanza può essere inoltre di grande supporto per mantenere una postura corretta sia durante la gravidanza, sia per la predisposizione al parto, sia dopo la gravidanza.